Capelli cura

Si dice ‘fragile come un capello’: Eppure, quando è integro e sano, un capello regge senza rompersi un peso da 50 a 100 grammi e una ciocca che ne contenga 100 mila può reggere un peso di 10 tonnellate. Ma a che cosa serva tutta questa forza non si sa: lunghi o corti, chia­ri o scuri che siano, i capelli, dal punto di vista biologico, non svolgono alcuna funzione. Non servono neppure per regolare la temperatura corporea (questo è il ruolo dei peli negli anima­li), perché nell’uomo questa funzione è affidata alla traspirazione e alle modificazioni del dia­metro dei vasi sanguigni.

Averli o non averli, insomma, per l’organismo non rappresenta né un vantaggio né uno svantaggio, ma hanno un’enorme importanza psicologica. A chi non è mai capitato di notare la delusione che coglie ragazzi e uomini intelligen­ti, considerati “forti”, quando iniziano a perdere i capelli? Non è solo un’impressione, la conferma viene anche da uno studio condotto qualche anno fa presso l’ambulatorio di tricologia del Centro HSD di Padova. Su 258 pazienti circa la metà ha dimo­strato di vivere la calvizie come un peso, anche per la psiche. Non si tratta certo di una malattia  mentale, ma di un disturbo che incide sull’equili­brio psicologico dell’individuo impedendogli di valutare in modo obiettivo la sua esistenza.

L’ansia e la depressione possono causare una perdita rilevante di capelli. Anche una malat­tia o un super allenamento può causare la stessa reazione. In questi casi è opportuno intervenire con degli ansiolitici. Se invece la caduta è causa­ta da affaticamento, è meglio concedersi un periodo di riposo e prendere degli integratori vitaminici.

A sua volta la psiche ha una grossa influenza sulla vita del capello. E’ stato stabilito con certezza che le fasi di stasi e di crescita del capel­lo possono essere influenzate dallo stress e dalla depressione. Non solo: psicologicamente parlan­do, i capelli hanno anche un grosso ruolo di comunicazione nel rapporto con gli altri; dicono di noi molto più di quanto non pensiamo. Rappresentano una sorta di biglietto da visita e sono anche un po’ il nostro termometro: se sono in ordine e ben pettinati vuol dire che stiamo bene, se invece sono arruffati e in disordine significa che qualche cosa non va.

La cura dei capelli inizia con l’ informazione